Argomenti

    Mercoledì, 17 Giugno 2020 07:28

    ISMEA: i prezzi di pesche e nettarine, albicocche, ciliegie, susine e fragole

    Nella seconda settimana del mese l'offerta di pesche, nettarine e albicocche è risultata in progressivo incremento con quotazioni che in qualche caso hanno mostrato una fisiologica flessione.

    Per le ciliegie, si conferma positivo l'andamento degli scambi per il prodotto modenese mentre nel bacino produttivo pugliese, l'instabile andamento climatico ha ulteriormente penalizzato la produzione.

     

    Primi stacchi per le susine con quotazioni di esordio in incremento rispetto allo scorso anno in ragione dei minori quantitativi previsti.

     

    Alle battute finali la campagna di commercializzazione per le fragole con disponibilità sui mercati sempre più contenute.

     

    Fragole: si può considerare conclusa la campagna di commercializzazione nelle aree vocate del sud della penisola. Le limitate partite di merce esitate sui mercati dal profilo qualitativo ancora adeguato sono state regolarmente cedute sulla base di prezzi stabili. Alle battute finali la raccolta anche nei siti più tardivi del nord. Le buone caratteristiche qualitative del prodotto unitamente alla minore presenza di merce di provenienza meridionale ha reso agevole il collocamento con quotazioni che si sono attestate sugli stessi livelli precedentemente acquisiti. Solo nell'areale trentino una migliore intonazione della domanda ha permesso al listino di beneficiare di rialzi.

     

    Ciliegie: sono proseguite regolarmente nel bacino produttivo modenese le operazioni di raccolta con quantitativi disponibili per il mercato in progressivo incremento. Sotto il profilo degli scambi la commercializzazione del prodotto anche questa settimana è proseguita su toni del tutto soddisfacenti. Le ottimali caratteristiche qualitative del prodotto unitamente alla minore presenza sui mercati di merce di altre provenienze nazionali ha permesso il rapido svolgimento delle vendite sulla base di quotazioni stabili. Solo per le varietà dure si è osservato un incremento a fronte delle maggiori richieste pervenute.

     

    Diversa la situazione nel bacino produttivo pugliese dove le piogge che anche questa settimana si sono abbattute su buona parte dell'areale hanno continuato a condizionare negativamente l'offerta sia in termini quantitativi che qualitativi. Le limitate disponibilità di prodotto selezionato affluite sui mercati sono state scambiate sulla base di quotazioni in ulteriore flessione anche per la costante presenza di merce turca esitata a prezzi concorrenziali. Per la produzione veronese in settimana le operazioni di raccolta si sono estese alle prime quote di Mora di Verona. L'offerta a causa delle piogge ha evidenziato problematiche qualitative legate alla spaccatura dei frutti, situazione che ha reso necessario avviare la merce a selezione in campo. Le disponibilità avviate sul circuito commerciale sono state scambiate sulla base di prezzi in incremento rispetto all'esordio dello scorso anno.

     

    Clicca qui per vedere prezzi e tabelle 

     

    Albicocche: in progressivo incremento l'offerta sui mercati, dovuto all'ormai avviata campagna di raccolta in tutti gli areali produttivi. In pieno svolgimento le operazioni di raccolta nei siti meridionali. L'offerta che nel complesso ha continuato a mostrare un soddisfacente profilo qualitativo avviata sui mercati è stata oggetto di una buona richiesta che ne ha permesso una fluida collocazione sulla base di quotazioni stabili o in fisiologica flessione.

     

    Si sono intensificate anche negli areali produttivi del Nord della penisola le operazioni di raccolta del prodotto. Ad una offerta nel complesso contenuta si è contrapposta una domanda interessata. I prezzi stabili rispetto alla scorsa settimana hanno continuato ad attestarsi su livelli decisamente superiori su base annua.

     

    Pesche e Nettarine: la settimana per le drupacee in esame si è conclusa con un incremento delle quotazioni medie. Ciò da imputare esclusivamente all'ingresso sui mercati delle prime quote di provenienza napoletana i cui prezzi si sono attestati su livelli superiori rispetto alle piazze già monitorate. Si sono intensificate negli areali vocati meridionali le operazioni di raccolta del prodotto con quantitativi disponibili in progressivo incremento.

     

    Uno standard qualitativo in graduale miglioramento unitamente ad una buona richiesta ha permesso il fluido svolgimento degli scambi sulla base di quotazioni stabili o in fisiologica flessione per le aumentate disponibilità. Nelle aree settentrionali della penisola in settimana le operazioni di raccolta hanno interessato le prime quote di provenienza veronese. I limitati quantitativi staccati, dal profilo qualitativo adeguato hanno trovato agevole collocamento sulla base di quotazioni in netto incremento rispetto all'esordio dello scorso anno. In calo i listini nelle aree del forlivese e del bolognese dove l'instabile andamento climatico ha limitato la richiesta al consumo.

    Susine: hanno avuto inizio nelle aree precoci napoletane e laziali le operazioni di raccolta del prodotto. In termini quantitativi la produzione a causa dell'instabile andamento climatico è prevista in calo rispetto allo scorso anno. I primi stacchi hanno presentato un calibro medio e un grado brix non ancora adeguato. Le limitate partite affluite sui mercati hanno riscosso un modesto interesse da parte della domanda. I prezzi si sono posizionati su livelli superiori all'esordio dello scorso anno in ragione dei minori quantitativi previsti.

     

    Fonte: Ismeamercati

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12
    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724
    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@fruitjournal.com e chiederne la rimozione.

    Cerca