Colture

    Mercoledì, 13 Gennaio 2021 16:47

    Clementine, i prezzi non soddisfano

    Clementine sottopagate e strangolate da concorrenza di Spagna e Marocco. Il prezzo che viene pagato agli agricoltori calabresi per le clementine è troppo basso, così non conviene neanche raccoglierle.

    Come per le arance, anche per le clementine i prezzi non soddisfano e gli agrumicoltori della Piana di Gioia Tauro sono costretti a distruggere con un escavatore le piante stesse.

    “Le nostre produzioni – spiega Pietro Serra, agricoltore calabarese – sono stritolate dalla concorrenza della produzione proveniente dalla Spagna e dai paesi del Nord Africa. Così sulle nostre tavole, tramite la Gdo, arrivano prodotti che non sono né calabresi e né italiani”.

    In Calabria il prezzo attualmente considerato per le clementine sulla pianta è di 25 centesimi al kg, poi abbiamo la raccolta (0.15 centesimi), il trasporto e gli imballaggi, per arrivare a un prezzo di 70-80 centesimi al kg, pagate al produttore.

    «Dalla Spagna o Marocco lo stesso kg di clementine arriva alla Gdo a 60 centesimi iva compresa – sottolinea Serra - Non ci dobbiamo quindi meravigliare se vediamo agricoltori estirpare le piante come avviene nella Piana di Gioia Tauro».

     

    La Redazione
    ©fruitjournal.com

     

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12
    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724
    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@fruitjournal.com e chiederne la rimozione.

    Cerca